Follicolo in varie fasi di maturazione.

Follicolo in varie fasi di maturazione.

Messaggioda eco_admin » 04 mar 2007

Valutazione e monitoraggio ovarico ed endometriale in cicli spontanei

(Ovaio in scansioni transvaginali con il follicolo in varie fasi di maturazione; endometrio nelle varie fasi del ciclo)


L’ecografia ovarica ha lo scopo di studiare lo sviluppo follicolare, l’ovulazione, la formazione del corpo luteo sia in cicli spontanei che indotti. Il monitoraggio ecografico dell’ovulazione inizia nei cicli spontanei al 6°-7° giorno del ciclo durante la fase follicolare precoce in cui si possono distinguere un numero variabile di follicoli antrali di 3-5 mm.

Immagine

Fig. 1 - Ovaio con due follicoli a riposo. Il follicolo è l’evidenziazione morfologica della funzione ovarica; esso racchiude la cellula uovo. I follicoli misurano circa 5 mm.

Dall'8°-9° giorno inizia la selezione del follicolo dominante che a tale stadio misura circa 10 mm. Le dimensioni follicolari sono calcolate effettuando la media dei due diametri massimi. La crescita del follicolo aumenta di circa 1,5-2 mm al giorno fino ad arrivare ad un diametro periovulatorio di circa 21-22 mm, con una variabilità individuale che va da 17 a 27 mm.
L’ovulazione può avere una cadenza variabile per cui, dal momento in cui si individua un follicolo di 15-16 mm, nel caso di monitoraggio follicolare, è bene che il controllo sia quotidiano.


Immagine

Fig. 2 - Ovaio con follicolo preovulatorio di circa 2 cm; siamo a metà del ciclo. Il follicolo ovulatorio è il follicolo maturo in attesa della fecondazione. I segnali color ai bordi del follicolo rappresentano la formazione di nuovi vasi nel momento della presunta ovulazione.

Avvenuta l'ovulazione, le pareti follicolari diventano irregolari ed entro 24-48 ore è possibile osservare il corpo luteo. Altro segno dell'avvenuta ovulazione è la comparsa di una falda liquida nel cavo del Douglas. Al color-power Doppler è possibile studiare la vascolarizzazione perifollicolare che appare più marcata attorno al follicolo dominante. Il Doppler pulsato mostra alta impedenza e bassa velocità all'interno di questi vasi.
È possibile con il color Doppler anche lo studio del flusso ematico delle arterie ovariche durante le varie fasi del ciclo. Le resistenze ovariche vanno valutate quando il follicolo è di circa 15 mm: appaiono alte all'inizio della fase follicolare e si riducono progressivamente raggiungendo un minimo nella fase luteinica tardiva.
Poco prima dello scoppio follicolare si ha aumento della vascolarizzazione e riduzione delle resistenze. Tale flusso è presente anche attorno al corpo luteo che appare in Color flow come un anello che lo circonda a formare una immagine detta "ring of fire" .


Immagine

Fig. 3 - Ovaio con corpo luteo. Il corpo luteo è il follicolo ovulatorio trasformatosi dopo l’ovulazione. Il follicolo, maturando, modifica il suo aspetto divenendo più chiaro e più vascolarizzato. Si osservino i margini detesi, il contenuto con fine scattering interno, il collabire delle pareti nelle fasi più avanzate del ciclo e la vascolarizzazione periferica (parte colorata alla periferia-frecce blu).


Immagine

Fig. 4 - Immagine color-Doppler 3D dell’architettura vascolare ovarica con corpo luteo delimitato dagli asterischi bianchi. Lateralmente all’ovaio sono presenti i vasi iliaci.


Immagine

Fig. 5 - Immagine power-Doppler 3D dell’architettura vascolare ovarica con corpo luteo.


Con approccio transvaginale è possibile una valutazione qualitativa dell'endometrio associato alla misurazione del suo spessore.


Immagine

Fig. 6 - Utero normoversoflesso in giovane donna. In fase mestruale l'endometrio appare lineare ed iperecogeno.

Durante la fase proliferativa, l'endometrio diventa iposonico e si ispessisce misurando al 7°- 8° giorno circa 5-7 mm; raggiunge uno spessore di circa 8-17 mm in fase periovulatoria con aspetto ecografico a "tre linee".


Immagine

Fig. 7 - Scansione transvaginale longitudinale di utero normale in giovane adulta. Si riconoscono il miometrio e l’endometrio. L’endometrio è ipoecogeno (scuro) intorno alla linea iperecogena (chiara) della cavità uterina (nono giorno del ciclo).

Dopo l'ovulazione, l’endometrio diventa omogeneamente iperecogeno e aumenta di spessore per poi ridursi nella fase luteale tardiva fino alla mestruazione.


Immagine

Fig. 8 - Scansione longitudinale transvaginale di utero normoversoflesso in fase premestruale. Accentuazione dell’endometrio (frecce gialle) che appare iperecogeno. Gli spot colorati sono i vasi uterini evidenziati con ecocolor-Doppler.


Bibliografia: Giovanni Nazzaro et al. E.L.I. Medica; pag.145
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 759
Iscritto il: 07 feb 2006

Re: Follicolo in varie fasi di maturazione (aggiornato)

Messaggioda eco_admin » 16 set 2008

Aggiornato 16.9.2008
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 759
Iscritto il: 07 feb 2006


Torna a Argomenti di ecografia

cron