Consenso informato. Englaro denunciato

Consenso informato. Englaro denunciato

Messaggioda eco_admin » 15 mar 2007

Il consenso informato; rispetto delle volontà anticipate
Aggiornato 28.2.2009

Ultime inserzioni:

Sacconi ha sbagliato
Eluana. Berlusconi verso un decreto; Incredibile dal Governo
Eluana è libera
Englaro denunciato

Leggi in fondo

Consenso informato. Cassazione fissa i limiti del paziente clicca qui

IL CASO ENGLARO. Elenco argomenti trattati clicca qui

Il medico non ha un diritto generale di cura clicca qui

Glossario contenente le corrette definizioni di stato vegetativo e stato di minima coscienza clicca qui

La libertà di scegliere, in coscienza e per coscienza. 4 parti clicca qui

Etica e dentologia di inizio vita clicca qui

Il glossario di bioetica clicca qui

Il consenso informato; rispetto delle volontà anticipate clicca qui

Il consenso informato al Senato clicca qui

Giuramento professionale e principi di consenso informato clicca qui -Poesia di Pablo Neruda-

Gap legislativo sui temi connessi alle cure di fine vita clicca qui

G.Bretagna: espianto d'organi: vale il silenzio assenso clicca qui
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 549
Iscritto il: 07 feb 2006

Consenso informato. Eluana: Sacconi ha sbagliato

Messaggioda eco_admin » 27 gen 2009

• da L'Unità del 26 gennaio 2009, pag. 20 di Federica Fantozzi

Si rispetti la sentenza piaccia o non piaccia Sacconi ha sbagliato»


C’è una sentenza definitiva: piaccia o no, gli organi pubblici devono applicarla». Federico Sorrentino, già presidente dell’Associazione Italiana Costituzionalisti, insegna diritto costituzionale alla Sapienza.

Professore, dove collocare il bandolo del caso Eluana Englaro?
«E’ una vicenda in cui sono intrecciati aspetti giuridici, morali, religiosi. E difficile dare risposte definitive».

Occorre però un punto fermo tra li sospendere l’alimentazione, come vuole la famiglia, o proseguirla, come ordina il ministro Sacconi.
«Esiste un decreto della Corte d’Appello confermato in Cassazione, quindi definitivo, che autorizza una certa soluzione. Gli organi pubblici, piaccia o non piaccia, sono tenuti a rispettarla. Salva l’obiezione di coscienza dei medici».

Se il ministro deve rispettare la sentenza, il suo atto di indirizzo che fondamento ha?
«È un atto fuori dalle sue competenze e sbagliato. Le Regioni sono libere di disapplicarlo senza averne conseguenze sul finanziamento».

Significa che non sono possibili sanzioni per i ‘disobbedienti’?
«Giuridicamente no. Non si può dire: tu hai attuato la sentenza Englaro e ti escludo dal servizio sanitario nazionale».

Una donna ha rifiutato un’amputazione ed è morta. Una persona incosciente non può farlo. Non è una discriminazione?
«Non è del tutto chiarito cosa sia l’accanimento terapeutico. Per me, chi vive solo perché una macchina le dà acqua e cibo riceve una terapia. E certo, se Eluana fosse in grado di decidere per se stessa non si potrebbe imporgliela».

Le sentenze dicono che alimentazione e idratazione artificiale sono terapie.
«Appunto, visto che non portano miglioramenti ma solo il prolungamento indefinito della vita, applicherei l’articolo 32 della Costituzione per cui le cure sono rifiutabili. Ma chiarirei un punto».

Quale, professore?
«Il passaggio più difficile della Cassazione è la ricostruzione della volontà di Eluana. Qui si tratta del diritto personalissimo alla cura o non cura, alla vita. Il suo esercizio da parte del rappresentante legale mi pare inappropriato».

Come accertare a posteriori la volontà di Eluana, allora?
«Direi che in assenza di una volontà attuale dovrebbe prevalere la speranza del domani e dunque il proseguimento delle terapie».

In sostanza, lei non condivide la sentenza ma è vincolato a rispettarla?
«Da giurista vedo una grande difficoltà a riferire ad altri la volontà della ragazza. Ma l’obiezione è superata dalla sentenza: viviamo in un ordinamento in cui i dubbi sono sciolti dai giudici».

La soluzione, in generale, è il testamento biologico?
«Sì perché in esso esprime una volontà deliberata e so che se perdo coscienza non potrò ritrattarla. Faccio una scelta proiettata nel futuro».

Se una legge imponesse la nutrizione artificiale, sarebbe costituzionalmente accettabile?
«Secondo me, no. Inciderebbe sulla libertà di scelta e sulla libertà personale. Violerebbe l’art. 13 della Carta».

L’art. 32 prevede che la legge possa imporre trattamenti sanitari. Sarebbe il caso delle terapie di fine vita?
«Esiste una giurisprudenza costituzionale che limita questi casi alle vaccinazioni. Si può imporre un trattamento sanitario solo se c’è un interesse della collettività».
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 549
Iscritto il: 07 feb 2006

Consenso informato. Incredibile dal Governo 1e2

Messaggioda eco_admin » 05 feb 2009

Prima parte Eluana. Berlusconi verso un decreto


Adesso, nel momento del silenzio, così assordante per la famiglia, quando finalmente ad Eluana la terra poteva essere lieve, il Presidente del Consiglio italiano Berlusconi plana sui suoi resti con un’ipotesi di decreto per imporLe l’alimentazione forzata. E non usa mezze misure, quando, al termine di una luculliana cena dalla principessa Nicoletta Odescalchi è interrogato dai cronisti al fine di ottenere una visibilità mediatica così esplicita quanto abominevole.

Di fronte alla dimensione inimmaginabile di una tale tragedia che dovrebbe essere intima e privata (come ognuno di noi si augurerebbe fosse la propria in una situazione analoga), qualcuno ha deciso di andare oltre a qualsiasi forma di rispetto e di decenza in un balletto di avvoltoi ideologico e politico.

Risulta esaltata, invece, la figura del padre che con dignità ha sempre lottato rimettendosi alle decisioni della giustizia, vincendo, lui si, tutti i gradi di giudizio e l’umana solidarietà.


Seconda parte 6.2.2009

Berlusconi mente sapendo di mentire e non gli importa nemmeno, nel mezzo di una tragedia, di superare ciò che è infinitamente ridicolo e cioè che “Eluana possa generare figli". Il solo fatto che questa ipotesi sia stata formulata, senza pietà per quella povera donna per cui è disumano il solo pensiero di una gravidanza, dimostra la desolazione morale e l’insensibilità di chi l’ha formulata.
Quel corpo è stato anche, figurativamente, violentato nella sua intimità più vulnerabile, trasformato in un apparecchio di riproduzione, serbatoio di feti incapace di obbiettare.

Questo governo che ha appena fatto approvare la delazione da parte dei medici e sparerebbe sulle barche che approdano a Lampedusa si erge a paladino della difesa della vita con un provvedimento stilato in pochi minuti per tutti i casi simili a quello di Eluana. Così, come se regolamenti riguardanti aspetti delicatissimi della vita possano essere assunti alla stregua di leggine e non, invece, richiedere attente e lunghe valutazioni, comunione di intenti, vasta maggioranza rappresentativa di una pluralità di pensiero.

E' forte un sospetto: si è voluto ingigantire a dismisura il caso Englaro per distrarre l'opinione pubblica al fine di garantire una più lunga stabilità politica.
Come nel recente passato è stata dapprima proposta la famosa legge che bloccava tutti i processi, proponendo di fatto l’improponibile, per poi sottoporre a stretto giro il Lodo Alfano, che è stato infatti firmato, adesso la medesima situazione: si usa in maniera vergognosa una tragedia che dura da 17 anni sicuri della mancata sottoscrizione del Capo dello Stato per poi sottoporre immediatamente la legge che blocca le intercettazioni creando difficoltà a Napolitano e maggior possibilità di firma.
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 549
Iscritto il: 07 feb 2006

Re: Consenso informato. Eluana è libera

Messaggioda eco_admin » 09 feb 2009

Bruno Vespa si accinge a dare spettacolo alla Rai approfittando immediatamente della morte della povera Eluana.

Eluana è libera dagli sciacalli che le stavano attorno e noi liberi di combattere in sua memoria.

Gli avvoltoi si scateneranno ballando sul suo corpo, omuncoli che si stracciano le vesti per un pugno di voti in più, esseri abietti senza il pudore del silenzio.
Pur di avere la visibilità di una dichiarazione, di un invito in televisione sono capaci di tutto. Siamo nelle mani di questi politicanti che si arrogano il diritto di decidere per noi, la nostra vita.
È il loro comportamento il trionfo della vera amoralità di questa società.

Che il Signore perdoni tutti quei papi, cardinali, vescovi e quant'altro che per anni hanno disposto sul rogo centinaia di persone (perfettamente sane e in grado di intendere e volere) e non dimentichi di quel patetico personaggio che ancora una volta ha fomentato gli animi di milioni di italiani mettendoli gli uni contro gli altri.
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 549
Iscritto il: 07 feb 2006

Consenso informato. Englaro denunciato

Messaggioda eco_admin » 28 feb 2009

Fonte "La Repubblica"; "La Stampa"

Premessa: L'inchiesta per omicidio volontario è uno scenario ampiamente previsto dalla famiglia Englaro. Ma il papà di Eluana, ribadendo la correttezza delle sue azioni, non può fare a meno di domandare ai suoi avvocati "come mai siamo in un sistema così farraginoso nel quale una persona che ha fatto 'tutte le cose per bene' e sempre nel rispetto della legge deve ora entrare in questi meccanismi".


Nel paese del lodo Alfano, della camorra, della mafia, della ‘ndrangheta, della sacra corona unita e dei politici corrotti e corruttori che fanno leggi a protezione di se stessi e dei malavitosi, si indaga su una persona che da 17 anni vive con la morte nel cuore e nonostante tutto rispetta ed ha rispettato la legge come nessun altro in Italia.
Resta un mistero come mai, denunce così manifestamente infondate non vengano immediatamente archiviate ma possano dare luogo non solo all'iscrizione nei registri degli indagati (che è un atto dovuto) ma anche attivare un iter lungo e farraginoso.

Per coloro che hanno usato nei confronti del Sig. Englaro la parola “assassino”, si attendono ulteriori cristiane e benevole affermazioni sui seguenti argomenti:
▫ Vogliano, nella coerente bontà, definire assassini il premier americano, quello cinese, ed in generale tutti i governanti degli Stati ove esiste la pena di morte.
▫ Vogliano definire assassina la politica del Superiore in terra, che, vietando l’uso di anticoncezionali è, attualmente, in un discorso aperto riguardante il prodotto del concepimento e la salute di centinaia di migliaia di giovani donne nel mondo.
▫ Vogliano infine attivarsi con il medesimo impegno nei confronti dei Confratelli che per anni hanno abusato sessualmente di decine di bambini.

Ritriturando il caso, un TG ha mostrato immagini di “diversamente abili”, con cartelli “Lasciateci Vivere”. Impossibile anche concepire, per taluni, che proprio noi “condannati a vita” dalla ragion di stato vaticana, saremmo i primi a batterci, se necessario, affinché chi la pensi diversamente possa, se lo desidera, farsi intubare per i prossimi secoli.

In attesa che il Parlamento e i partiti, superata la fregola del caso Englaro che ormai non manda più nessuno in televisione dunque non strabatte più niente neppure a Berlusconi, esamini con attenzione e con tutto comodo la questione del “testamento biologico” e decida finalmente a chi appartenga la mia vita, se al Vaticano, a Bruno Vespa, Rutelli, Pannella, al medico condotto, a un Dio non ancora identificato o al sottoscritto, è severamente vietato ammalarsi in maniera grave. Ovviamente, gli immigrati senza regolari permessi, non frequentando più gli ospedali per timore di denuncia, potranno continuare ad ammalarsi e morire liberamente.

Propongo l’alimentazione forzata (ma a pastasciutta e bistecche) di tutti quelli che non arrivano alla fine del mese. La Binetti e Rutelli potrebbero cedere parte del loro lauto stipendio (rubato ad un partito che dovrebbe essere laico) per l’acquisto di cibarie da destinare a chi le mangerebbe molto volentieri facendo risparmiare, in questo caso, anche sul posto letto e sul sondino. Se aderissero tutti i parlamentari “difensori della vita”, poi, ecco che l’economia ripartirebbe alla grande.

Per quelli come noi, viventi in una specie di coma vigile, rimaniamo nella felice attesa di un'opposizione decente e di una classe politica meno indecente.
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 549
Iscritto il: 07 feb 2006


Torna a Igiene Sanità Attualità

cron