Il liquido amniotico è simile all'acqua

Il liquido amniotico è simile all'acqua

Messaggioda eco_admin » 02 lug 2007

Bibliografia:
Embriologia medica di Langman. Masson

Principi dello screening morfologico delle anomalie fetali. M. Giorlandino.
Aggiornato 5.6.2011

Il liquido amniotico

La cavità amniotica è riempita di liquido chiaro simile all’acqua.
La quantità di liquidi aumenta da circa 30 ml alla decima settimana di gestazione, a 350 ml alla 20esima settimana, fino a 800-1000 ml alla 37esima settimana.

Durante i primi mesi di gravidanza, l’embrione è sospeso dal cordone ombelicale in questo liquido che serve da cuscino protettivo.

Immagine

Ottava settimana.


Il liquido amniotico assorbe gli urti, previene aderenze dell’embrione all’amnios e facilita i movimenti fetali. Il volume del liquido amniotico si ricambia ogni tre ore.
Dall’inizio del quinto mese, il feto inghiotte il proprio liquido amniotico e si ritiene che ne beva circa 400 ml al giorno, che è circa la metà della quantità totale. Urina fetale viene aggiunta giornalmente al liquido amniotico dal quinto mese, ma questa urina è pressoché acqua poiché è la placenta che funziona da scambiatrice dei metaboliti di rifiuto.

Esiste una stretta correlazione tra il peso fetale e la quantità del liquido amniotico fino a circa 20 settimane di età gestazionale. Dopo tale periodo non è ben documentato a cosa siano dovute le variazioni di volume del liquido, quali siano i fattori che influenzano la velocità con cui esso viene prodotto e quella con cui viene riassorbito. È bene tener presente che le principali fonti di produzione del liquido amniotico sono l’apparato uropoietico, le ghiandole salivari, la faringe, la trachea, i polmoni e la membrana amniotica. Fonti di riassorbimento sono sempre la membrana amniotica ed il riassorbimento attraverso l’albero bronchiale durante la respirazione e la deglutizione.
In genere la quantità di liquido amniotico tende ad aumentare fino alla 28ma-30ma settimana di gestazione, per poi ridursi progressivamente fino al temine della gravidanza.

Nella routine non si misura la quantità di liquido amniotico durante un esame morfologico: la sua quantità viene valutata in modo empirico dall’ecografista. La necessità di procedere ad una stima numerica della quantità di liquido si ha quando si ritiene che sia discretamente aumentato o ridotto. I metodi per la misurazione del liquido sono molteplici, ma il più utilizzato dalla maggior parte degli operatori è quello delle quattro tasche.

Misurazione della quantità di liquido amniotico o AFI (amniotic fluid index): a paziente supina, l'utero viene diviso in 4 quadranti uguali. La sonda viene posizionata perpendicolarmente all'utero, allineata longitudinalmente alla colonna vertebrale materna. Dopo aver identificato quattro tasche di liquido amniotico, una per ogni quadrante, queste vengono misurate nella dimensione verticale maggiore (la più profonda) e successivamente sommate.

Nella tebella sotto i valori di AFI.
Moore TR, Cayle JC. The amniotic fluid index in normal human pregnancy. Am J Obstet Gynecol 1990; 162: 68-53

Immagine
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 549
Iscritto il: 07 feb 2006

Re: Il liquido amniotico

Messaggioda eco_admin » 05 giu 2011

Immagine

Trentacinque settimane.

Il liquido amniotico assorbe gli urti, previene aderenze dell’embrione all’amnios, facilita i movimenti fetali e... permette belle immagini di ecografia 3D.
Il liquido amniotico è un liquido chiaro simile all’acqua.


Attualità 5.6.2011

Referendum del 12 e 13 giugno

Votare Sì ai due quesiti sulla gestione dell’acqua, uno sull’affidamento del servizio idrico a soggetti privati e l’altro che consente loro di realizzare profitti garantiti sulla tariffa, equivale a dire no alla privatizzazione di un bene comune essenziale. Per bere, per cucinare e per mangiare, per provvedere all’igiene, per difendere la salute.

"Voglio bagnare il viso di un bambino senza chiedere permesso a nessuno."
Mauro Corona. Ode all’acqua pubblica
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 549
Iscritto il: 07 feb 2006


Torna a Argomenti di ecografia

cron