Responsabilità professionale. Decreto Balduzzi inutile

Responsabilità professionale. Decreto Balduzzi inutile

Messaggioda eco_admin » 13 set 2012

13.9.2012

Responsabilità professionale. Anche con le modifiche il "decreto Balduzzi" resta inutile


Nel decreto Balduzzi, con riferimento alla responsabilità professionale del medico, si specifica che il giudice:…” nell'accertamento della colpa lieve nell'attività dell'esercente le professioni sanitarie, ai sensi dell'articolo 1176 del codice civile, deve tener conto in particolare dell'osservanza, nel caso concreto, delle linee guida e delle buone pratiche”.
Eppure è pacifico da sempre che il giudice, per accertare la colpa medica, deve tener conto delle acquisizioni della letteratura scientifica.
Il medico da sempre non ha alcuna responsabilità - né per colpa lieve né per colpa grave - se ha fatto ciò che la scienza medica indicava. Del resto, è ovvio che sia così.
Fa bonariamente sorridere il riferimento che il giudice accerta la colpa lieve del medico "nel caso concreto": non risulta che i giudici possano decidere di casi in astratto, se c'è un giudice evidentemente c'è un caso concreto portato alla sua attenzione.
Ancora: argomentando a contrario, in relazione alla c.d. "colpa grave" il giudice non dovrebbe tener conto delle buone pratiche mediche e linee guida? Ovviamente, questo sarebbe abnorme ed è chiaro che il giudice dovrà tener conto della letteratura medica, nonché delle regole di comune prudenza e di attenzione.


Bibliografia: Antonio Lepre, Magistrato ordinario presso il Tribunale di Napoli


Leggi anche Responsabilità professionale. E se a “pagare” fossero i periti?
eco_admin
Site Admin
 
Messaggi: 549
Iscritto il: 07 feb 2006

Torna a Archivio

cron